Codice appalti e concessioni: quid novi?

Martedì 27 Settembre 2016

Si informa che il seminario previsto il 21 settembre è stato posticipato al 27 settembre p.v.

La nuova disciplina in materia di appalti e concessioni codificata dal D.Lgs. 50/2016 è destinata a ridisegnare le regole che informano l’attività delle utilities, che – tanto nella veste di stazioni appaltanti quanto in quella di partecipanti alle gare per l’affidamento delle concessioni e degli appalti di lavori, servizi e forniture – dovranno confrontarsi con una cornice normativa radicalmente mutata.

Da una lato, l’esigenza di semplificazione che ha animato il legislatore ha, infatti, portato all’introduzione di misure finalizzate ad accelerare e rendere maggiormente flessibili le procedure di aggiudicazione dei contratti pubblici,  rimuovendo, nel contempo, vincoli obsoleti e superflui, nonché modificando i contorni di istituti già presenti nel previgente impianto. Dall’altro, la certezza giuridica da più parti invocata, ha costituito una forte spinta per l’individuazione di norme univoche per l’affidamento dei contratti di concessione, prima soggette esclusivamente ai principi del trattato sul funzionamento dell’Unione europea. In tale contesto, un ruolo di primo piano viene riservato all’autorità indipendente preposta al controllo del settore (ANAC) le cui funzioni legislative e operative risultano significativamente ampliate. Al fine di fornire strumenti utili ad interpretare correttamente il nuovo quadro, il seminario intende approfondire – alla presenza di qualificati esperti – i temi di maggiore rilievo e di più diretto interesse per le aziende.

Luogo: Hotel Cicerone – Roma,Via Cicerone 55

 

Scarica la documentazione del convegno